​La Regola benedettina: il management delle risorse umane.

Il management Benedettino nelle abazie

Foto di Luigi Orrù

Il perché della sua attualità

Agostino di Ippona affermava che “solo i fatti danno credibilità alle parole”; ogni teoria ne vale un’altra finché non è l’esperienza a stabilire se sia valida o meno. Molte e varie sono le teorie sul management e sulla leadership, ma tutte talmente recenti (meno di un secolo di vita) da non poter stabilire se l’esperienza dei fatti storici darà loro ragione o meno. C’è stata invece una scuola pratica e un modello teorico che hanno certamente superato la prova dei fatti: è la Regola Benedettina. La Regola ha costituito la base dell’operare manageriale dei primi manager del Medioevo, gli abati dei monasteri benedettini, e il testo della Regola costituisce il vademecum che spiega come operavano e oggi può consentire di operare come loro. In oltre 600 anni i monasteri benedettini hanno rivoluzionato le campagne dell’Europa uscita dalle invasioni barbariche e creato un modello di organizzazione economica e imprenditoriale ancora oggi vincente.

A scuola con i manager di Dio

I seminari assumono come finalità di far acquisire gli elementi di management aziendale e imprenditoriale derivati dal modello storico di maggior successo positivo e circostanziato da abbondanza e sicurezza di fonti storiche.

I modelli attuali di management e leadership derivano le loro strutture da “scienze” molto recenti, quali la psicologia delle organizzazioni, la sociologia, l’antropologia culturale, l’economia aziendale, ecc, le quali, tuttavia, solo marginalmente utilizzano il materiale storico come propria base di analisi e di proposta operativa.

I seminar di management e leadership imprenditoriale intendono, invece, recuperare i principi ispiratori e le tecniche operative che hanno permesso l’affermazione dei più rilevanti modelli storici di successo.

Il modello della organizzazione abbaziale benedettina, improntato sulla Regola che ne costituisce ispirazione, metodo e struttura, costituisce il paradigma sul quale anche le imprese odierne e gli attuali leader preposti a guidarle posso ispirarsi come modello vincente storicamente (secoli di successi continui e progressivi con generazioni diverse di Abati) e da cui trarre principi comportamentali pratici

Il Relatore

I seminari verranno svolti da Rocco Meloni, studioso di storia e filosofia medioevale e responsabile della Agenzia Formativa R&M Servizi srl.

E’ traduttore della Regola benedettina e autore del libro I manager di Dio dedicato all’analisi, in chiave manageriale, della Regola di San Benedetto.
In ottica manageriale e nello spirito di recupero contemporaneo delle grandi eredità culturali dell’antichità classica, ha elaborato una rivisitazione funzionale della oratoria classica greca e romana, culminata nella pubblicazione del libro “Manuale di oratoria per il leader”, derivato dalla declinazione moderna del De oratore di Marco Tullio Cicerone. Il dotto. Rocco Meloni svilupperà, sulla stretta osservanza della Regola Benedettina, i paradigmi che fecero diventare gli Abati benedettini dei manager pre moderni capaci di sviluppare crescita economica, sviluppo culturale e influenza politica.
I partecipanti avranno in dotazione una copia del Libro “I manager di Dio” e una copia della Regola di San Benedetto tradotta in italiano da Rocco Meloni, con testo latino a fronte.

Il libro

I manager di Dio Acquista